Razer ogni anno prova a stupire il pubblico del CES con i suoi prodotti e prototipi dedicati principalmente al mondo del gaming e per l’edizione 2017 in corso a Las Vegas ha deciso di aprire le danze con il Project Valerie, il primo notebook da gaming dotato di 3 monitor in configurazione “surround” (gallery sopra).

I due monitor aggiuntivi a pc chiuso sono posizionati dietro lo schermo principale e all’apertura, secondo le specifiche del progetto, vengono estratti da un sistema automatizzato, non richiedendo dunque alcun intervento manuale per essere posizionati. Passando alle specifiche, gli attuali prototipi presenti al CES, basati sul Razer Blade Pro, sono dotati di 3 monitor da 17,3″ con pannello IGZO a 4K (risoluzione totale 11520 x 2160) e supporto G-SYNC, CPU Intel i7 (6700HQ o 7700HQ), GPU NVIDIA GTX1080 e tastiera meccanica a basso profilo, il tutto contenuto in uno spessore di 3,5cm  ed un peso di circa 5,5Kg (non tanto diverse da un notebook da gaming “standard”).

È probabile che Project Valerie non venga commercializzato, e che rimanga un concept di quello che si potrebbe fare per fornire soluzioni multi-monitor in mobilità. Quindi tranquilli, non dovreste rischiare di trovarvi in aereo a fissare uno degli schermi del vostro vicino di posto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

BlackBerry, al CES 2017 un nuovo smartphone Android con tastiera fisica

next
Articolo Successivo

CES 2017: Asus presenta ZenFone 3 Zoom e ZenFone AR, il primo smartphone con 8GB di RAM

next