Mentre l’Isis ha rivendicato l’attentato che nella notte di capodanno è costato la vita a 39 persone presenti all’interno della discoteca Reina Club, a Istanbul è stato celebrato il primo funerale di una delle vittime. Si tratta di Fatih Cakmak, agente di sicurezza, che meno di un mese fa era stato fortunato: il 10 dicembre era in servizio allo stadio Besiktas ed era scampato al duplice attentato che aveva provocato 38 morti. Durante la cerimoni la madre del poliziotto si è sentita male ed è stata portata via in ambulanza.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Canada, il pilota dell’aereo è ubriaco e perde i sensi prima del decollo: arrestato

next
Articolo Successivo

Capodanno 2017, Robbie Williams si disinfetta le mani dopo aver toccato i fan

next