Il dipinto “Il perdono di Assisi” del pittore francese Jean Lhomme è sparito dalla chiesa di Santo Stefano, a Nottoria di Norcia. A scoprirlo è stato il parroco: i carabinieri del nucleo tutela patrimonio artistico e culturale stanno indagando per ricostruire l’accaduto anche se non si esclude che un abitante del paese possa avere pensato di prendere il dipinto del ‘600 per metterlo al sicuro in previsioni di nuove scosse. A denunciare la scomparsa sui social è stato il professor Alberto D’Atanasio: “Mi sento derubato di una parte che fa la mia appartenenza e quindi la mia identità. Ho risentito nostalgie antiche e ancora vivide. Non ho più fiducia se non in ciò che so e cerco di sapere”

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Scontri a Firenze, Renzi dal palco della Leopolda: “Noi stiamo dalla parte delle forze dell’ordine”

next
Articolo Successivo

Scontri a Firenze, contestatore alla Leopolda: “Nardella hai fatto manganellare i manifestanti”

next