Alcune ore dopo l’arresto dei 12 parlamentari del partito ‘Partito Democratico dei Popoli’ (Hdp) è esplosa un’autobomba a Diyarbakir, la più grande città turca a prevalenza curda. L’esplosione è avvenuta questa mattina nel quartiere Baglar, nelle vicinanze di una sede della polizia. Nell’esplosione sono morte almeno 8 persone – tra cui 2 poliziotti, 5 civili e un sospetto attentatore -. A dirlo è stato il premier, Binali Yildirim, secondo cui anche un centinaio di persone sono rimaste ferite ma solo 7 sono ancora in ospedale. Le autorità ritengono che l’attacco sia opera del Pkk. Nel filmato, pubblicato su Twitter, si sentono chiaramente degli spari e alcuni civili scappare dal luogo dell’attentato

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Parigi, il Bataclan riaprirà il 12 novembre con un concerto di Sting

next
Articolo Successivo

Saad Lamjarred, cantante marocchino in carcere per stupro a Parigi. Il re manda il suo avvocato per difenderlo

next