Le immagini amatoriali e quelle dell’emittente televisiva ‘Kurdistan 24’ dell’attacco da parte dell‘Isis contro la città di Kirkuk, nel Kurdisan Iracheno. Questa mattina un gruppo di jihadisti ha lanciato degli attacchi kamikaze contro obiettivi governativi, tra cui una sede della polizia locale e una centrale elettrica in costruzione dove sono morti almeno 17 civili. Diversi gli avvistamenti di guerriglieri in alcuni punti della città. Si parla anche di un cecchino dello Stato Islamico posizionato sul tetto del Majdi Mall dal quale starebbe sparando contro le forze di sicurezza curde. In queste ultime ore, i peshmerga curdi  hanno bloccato le strade principali di accesso alla città mentre le forze armate stanno cercando di stanare gli ultimi combattenti del Daesh rimasti in vita

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Elezioni Usa, Obama: “Trump mina la democrazia perché semina dubbi sulla legittimità del voto”

prev
Articolo Successivo

Giappone, dove il terremoto non uccide. Sisma di magnitudo 6,2: le immagini della violenta scossa

next