Ha aspettato il fratello gemello prima di tagliare il traguardo. Poi sono caduti insieme a terra, abbracciati. Così, Alistair Brownlee e Jonathan Brownlee hanno vinto la medaglia d’oro e d’argento nella dura prova di triathlon alle Olimpiadi di Rio, suggellando con l’emozionante momento familiare una gara dominata fin dai primi momenti.

Pochi metri prima del traguardo Alistair si è fermato, ha sventolato la bandiera britannica e ha atteso che il fratello fosse abbastanza vicino per poter festeggiare insieme. Ha chiuso in 1h45’01, seguito da Jonathan, staccato di 6″. Per i due si tratta di un risultato che migliora il successo ai Giochi di Londra 2012, quando avevano vinto rispettivamente l’oro e il bronzo.


Terzo classificato il sudafricano Henri Schoeman. Migliore degli italiani Alessandro Fabian, quattordicesimo a +34″ di distacco. L’altro azzurro Davide Uccellari ha chiuso al 34° posto.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Olimpiadi Rio 2016, Paltrinieri: “Prossimo obiettivo? Record del mondo nei 1500. Adesso vacanze” – VIDEO

next
Articolo Successivo

Rio 2016, pallanuoto: Italia battuta dalla Serbia in semifinale

next