“Boateng? I cittadini tedeschi lo ritengono un bravo calciatore, ma non lo vorrebbero avere come vicino di casa”. Sta provocando polemiche e prese di posizioni in Germania questa dichiarazione rilasciata il 29 maggio dal vice presidente del partito dell’estrema destra anti immigrazione Alternativa per la Germania (AfD), Alexander Gauland: “Le persone lo trovano bravo come calciatore, ma non vorrebbero Boateng come vicino”, ha detto il politico all’edizione domenicale del giornale Frankfurter Allgemeine Zeitung. Le dichiarazioni imbarazzano il partito e la presidente di AfD, Frauke Petry, in dichiarazioni rilasciate alla Bild in edicola oggi ha affermato che “Gauland non ricorda se ha fatto questi commenti”. Ma si è anche scusata: “Vorrei scusarmi in ogni caso con Boateng per l’impressione che si è creata”.

Boateng: “È triste che una cosa del genere possa ancora accadere oggi” – “Posso solo ridere di lui. Ho visto alcuni striscioni in mia difesa”. Sono le parole di Jerome Boateng, difensore del Bayern Monaco, club campione del campionato tedesco da quattro anni consecutivi e nel quale ha disputato 124 presenze complessive segnando 3 reti, in risposta alle dichiarazioni del vice presidente dell’AfD. In difesa del calciatore anche il centrocampista Sami Khedira, di origini tunisine e capitano della squadra della Germania, che ha descritto le parole di Gauland come “scandalose”. Sabato 29 maggio molti tifosi allo stadio di Augsburg, dove la nazionale allenata dal ct Joachim Löw sava giocando contro la Slovacchia, hanno esposto striscioni a favore di Boateng: “Jerome, siamo tutti vicino a te”.

Con la Germania dovrebbe partecipare agli Europei – Dopo le parole pronunciate dal numero due di Alternativa per la Germania, è arrivata una forte condanna anche da parte del ministro dell’Interno tedesco, Thomas de Maiziere, il quale ha dichiarato alla Bild che “ogni tedesco dovrebbe essere felice di avere Boateng come compagno di squadra, concittadino e vicino di casa”. Jerome Boateng, nato a Berlino 27 anni fa da padre del Ghana e madre tedesca, dal 2011 è un difensore del Bayern Monaco,  Jerome, che è fratello del calciatore milanista Kevin-Prince Boateng, ha giocato con la nazionale tedesca fin dalla selezione under 17 e dal 2009 fa parte del gruppo di quella maggiore con cui ha vinto il Mondiale 2014 in Brasile, vinto in finale contro l’Argentina per 1-0 dopo i tempi supplementari. Jerome, quasi sicuramente, farà parte della formazione della Germania che parteciperà agli Europei di Francia che cominceranno il 10 giugno.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Josè Mourinho, il portoghese è ufficialmente il nuovo allenatore dello United. “Un onore speciale” – Video

prev
Articolo Successivo

Europei di calcio 2016, i 23 convocati dell’Italia di Antonio Conte: fuori Jorginho e Bonaventura, dentro Sturaro e Motta

next