Il sottosegretario Pier Paolo Baretta guadagna la nuova delega al sistema bancario e finanziario istituita ad hoc presso il Tesoro dal ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan. Lo stesso Baretta avrà anche la delega al federalismo fiscale, in precedenza di competenza di Enrico Zanetti. Zanetti, nominato viceministro a fine gennaio, si occuperà invece del demanio, in precedenza delegato a Baretta.

Zanetti si occuperà anche di contenzioso valutario e attività finalizzata al contrasto del riciclaggio, bilancio comunitario, piani di rientro dai deficit sanitari e patto per la salute, disciplina della revisione legale e della gestione dei relativi registri ed elenchi, politiche di utilizzo e valorizzazione del patrimonio immobiliare dell’Agenzia del demanio e di Invimit Spa, Conferenza permanente per i rapporti tra Stato, Regioni e province autonome, Conferenza Stato-Città e autonomie locali e Conferenza unificata.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MORTE DEI PASCHI

di Elio Lannutti e Franco Fracassi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Codice appalti, Comune di Milano: “Ha bloccato tutte le gare, siamo in crisi”

next
Articolo Successivo

Bayer propone un’offerta per acquisire Monsanto. Dalla fusione un gruppo da 67 miliardi di dollari

next