“Non vogliamo fare la fine della Grecia”. Così Albert Rivera, il leader del partito liberale Ciudadanos, ha chiuso ieri sera la campagna elettorale davanti al Congresso a Madrid per le elezioni di domenica 20 dicembre. Poca gente e tanta stampa ad assistere all’ultimo atto del nuovo fenomeno della politica spagnola. Mentre i quotidiani spagnoli titolavano su un possibile accordo tra popolari e socialisti, Rivera – in discesa nei sondaggi – chiede agli spagnoli un voto “per un cambiamento sensato”. Europeista, liberale e centrista Ciudadanos ha tra i suoi sostenitori anche Stravos Theodorakis, leader del partito liberale greco To Potami. Theodorakis per mesi è stato indicato da Bruxelles come alternativa ad Alexis Tsipras. Ciudadanos sarà molto probabilmente l’ago della bilancia dopo le elezioni di domenica @cosimocaridi

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Florida, al volante e sotto l’effetto di droghe: sfonda la porta del carcere per far visita ad un amico

prev
Articolo Successivo

Natale, per il terrone fuori sede i preparativi iniziano un mese prima: la parodia di Casa Surace

next