Preda e predatore fanno amicizia all’interno del Safari Park di Shkotovsky, situato nella Russia orientale. Recentemente, un esemplare maschio di tigre siberiana ha deciso di non mangiarsi il suo pranzo, una capra già ribattezzata “Timur”, con la quale è nata un’intesa che si pone al di sopra della catena alimentare. “La nostra tigre viene alimentata due volte a settimana con delle prede vive”, ha spiegato il custode che ha aggiunto: “Eppure recentemente ha incontrato un capra e si è rifiutato di mangiarla”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Giorno del Ringraziamento, Barack Obama ‘grazia’ Honest e Abe: sono i due tacchini della Casa Bianca

next
Articolo Successivo

L’elefantino finisce nel fango, la mamma e il resto del branco arrivano in suo soccorso

next