Ha scaricato i filmini porno dal computer del padre, li ha salvati sulla Playstation e poi li ha portati a scuola per farli vedere agli amici. Ora il papà è indagato per corruzione di minore. E’ successo in una scuola elementare in provincia di Rimini: durante la ricreazione un bimbo di 9 anni ha mostrato ai compagni di classe i video a luci rosse. In uno di questi, secondo alcune indiscrezioni, si vedrebbe anche il padre in atteggiamenti sessuali.

Le insegnanti dopo aver scoperto la situazione, hanno fatto una segnalazione alla polizia e poi alla Procura della Repubblica. La magistratura ha aperto un fascicolo d’indagine a carico del genitore sulla base del’articolo 609 sulla corruzione dei minori. La squadra Mobile in corso di indagine (vi sarebbe anche un’ipotesi di maltrattamento in famiglia) ha eseguito una perquisizione a casa del padre e ha sequestrato il computer e il telefonino del genitore, per cercare di capire come il minore sia riuscito a copiare i video su un dispositivo che ha poi portato in classe.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Riforma province, Emilia o Romagna? Comacchio deve decidere dove stare. Ma i cittadini avevano già scelto

prev
Articolo Successivo

Parma, ritardi referendum asili. Difensore civico: “Rischio di ledere diritto a partecipazione popolare”

next