“Non abbiamo mai parlato con il Pubblico ministero, ma quando avremo finalmente la perizia medico legale, dovranno darci molte risposte”. Continuano a chiedere giustizia i genitori di Marco Vannini, il ventenne di Cerveteri (Roma) morto nella notte tra il 17 e il 18 maggio, dopo 3 ore di agonia a causa di un colpo di pistola sparato nella casa della fidanzata, Martina Ciontoli, al termine di una cena di famiglia. Sarà l’esito della perizia, che i Vannini attendevano già per il 5 settembre dopo una proroga di 45 giorni, a chiarire meglio la dinamica dell’accaduto. Secondo Antonio Ciontoli, padre di Martina e unico dei cinque presenti ad essere indagato per omicidio volontario, sarebbe stato un incidente, ma sono molti i punti oscuri nella ricostruzione fornita dall’uomo agli investigatori. “In ospedale mio figlio indossava vestiti non suoi, mentre alcuni capi che Marco aveva addosso quella sera, sono stati ritrovati di recente in casa Ciontoli, piegati e appena lavati” afferma Marina Conte, madre di Marco. “Nei momenti successivi allo sparo – continua la madre – la famiglia Ciontoli avrebbe tentato di occultare le prove per depistare gli inquirenti, annullando due chiamate al 118 e lasciando trascorrere un lasso di tempo fatale per Marco” di Chiara Ingrosso, riprese e montaggio Mauro Episcopo

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Napoli calibro nove, polizia trova arsenale in un portone al rione Traiano

next
Articolo Successivo

Maltempo, frane e allagamenti in Sicilia e Calabria. Allerta meteo fino a giovedì

next