Lazio-Bayer Leverkusen, secondo atto. Senza rivincite sul campo, però: l’eliminazione dei biancocelesti dalla Champions League ad opera dei tedeschi è infatti ormai un dato di fatto, ma contro i propri carnefici la società di Piazza dell’Unità deve giocare un’altra partita. Dietro la scrivania, questa volta, dove si discute del futuro di Keita per il quale ha chiesto informazioni il ds delle Aspirine Rudi Voller. Non solo: la Lazio dovrà infatti ammutolire le sirene inglesi per Felipe Anderson, richiesto dal Manchester United che sarebbe arrivato a mettere sul piatto 40 milioni di euro.

Se i gioielli di Stefano Pioli sono dunque nel mirino delle grandi, entrambe impegnate nella massima competizione europea, la Lazio sembra tuttavia pronto a resistere agli assalti: il presidente Lotito e il ds Tare avrebbero già smorzato l’interesse dei tedeschi respingendo le avances dell’ex attaccante della Roma, mentre Anderson più volte è stato dichiarato incedibile dalla dirigenza laziale. Davanti a un rilanco dei Red Devils, però, sarebbe difficile dire ancora di no.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Fabio Zamblera dal Newcastle al Casazza: storia del prodigio finito in Promozione

prev
Articolo Successivo

Calciomercato Inter, spiraglio per Lavezzi: il Psg apre alla cessione

next