I caccia F-16 americani si sono alzati in volo dalla Turchia per compiere raid contro l’Isis. Lo afferma il Pentagono senza fornire dettagli, se non il fatto che sono stati colpiti un numero non specificato di obiettivi in Siria.

E’ la prima volta che i caccia della coalizione partono dalla Turchia per effettuare bombardamenti contro le postazioni dello Stato islamico. La missione segue l’annuncio di Ankara, che lo scorso mese ha aperto le sue basi alla coalizione Combined Joint Task Force, guidata dagli Stati Uniti.

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Turchia, attacco a base militare: uccisi un soldato e due combattenti del Pkk

next
Articolo Successivo

Iraq, a Baghdad camion bomba fa strage in mercato sciita: 60 morti, oltre 200 feriti. Rivendicato dallo Stato islamico (Foto)

next