Xulio Ferreiro, il nuovo sindaco di La Coruña, ha deciso di annullare l’edizione 2015 della festa dei tori, un appuntamento tradizionale nella città della Galizia, nel nord della Spagna. Eletto con una lista vicina a Podemos, Marea Atlantica, Ferreiro viene attaccato dall’opposizione: “Priva La Coruña della Fiesta annuale per la prima volta da un quarto di secolo”. Dal canto suo la società Tomas Entero che avrebbe dovuto organizzare la Fiesta con i tori nel 2015 e nel 2016, come riferisce il periodico spagnolo Abc, conteggiando i danni, afferma che “il Comune dovrà pagare una cifra molto superiore rispetto agli 11mila euro annunciati dal sindaco”.

La decisione di voler tagliare i fondi pubblici previsti per feste taurine e corride, era stata annunciata dalle molte liste vicine a Podemos uscite vittoriose dalle Comunali del maggio scorso, in particolare nella capitale Madrid e a Valencia. A Pamplona si sono concluse ieri, 15 luglio, le celebrazioni per la Festa di San Firmino che ha visto come ogni anno gli animalisti tornare a manifestare.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Nucleare, davvero è storico l’accordo tra Iran e Usa?

prev
Articolo Successivo

Brasile, ex presidente Lula indagato per presunto caso di corruzione

next