“Oggi, 4 luglio, non festeggiamo solo la Festa d’Indipendenza degli Stati Uniti. Noi che abbiamo lasciato il Pd celebriamo l’indipendenza da una sinistra rassegnata e subalterna”. Stefano Fassina, ex deputato Pd, riunisce al teatro Palladium di Roma fuoriusciti dem, Sel e il mondo dell’associazionismo con l’obiettivo di “ripartire per arrivare a un soggetto unitario”. “Più che un partito è necessario un movimento che abbia un profilo di governo. Questa calda estate sarà un momento di incubazione, poi in autunno arriveremo a una proposta concreta”, afferma Pippo Civati, ex deputato Pd poi confluito nel gruppo misto. “La discussione sul contenitore è l’ultimo dei problemi. Dobbiamo iniziare a parlare di valori”, è l’opinione di Sergio Cofferati. Presente alla convention di Fassina anche il deputato Pd Alfredo D’Attorre: “Non voglio abbandonare il partito, la mia presenza qui vuole essere una sollecitazione verso il Pd a mantenere uno sguardo largo e costruire un nuovo centrosinistra”  di Annalisa Ausilio

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Radio Padania, lo speaker Varin: “In tv c’è sempre quel negretto di Chaouki contro Salvini”

next
Articolo Successivo

Galan, Boldrini: “Esterrefatta, paradosso che l’ex ministro sia ancora deputato”

next