Non c’è molto da dire, le immagini valgono più di qualsiasi commento: Marchionne è riuscito ad anticipare l’Isis e, prima che i mujaheddin siano riusciti a far sventolare, come annunciato, la bandiera nera sull’obelisco di piazza San Pietro, ha fatto erigere un banner della madonna.

Da alcune angolazioni l’impatto è più dissacrante del “Dito” (medio) di Cattelan davanti alla Borsa di Milano: il tempio della cristianità schiacciato dall’arroganza delle merci, dall’invadenza del consumismo, è una vista che farebbe impietosire perfino il più feroce anticlericale.

Naturalmente, su Twitter si sono scatenate subito le proteste contro il sindaco Marino che avrebbe permesso lo scempio. Lui si è appellato all’extraterritorialità del Vaticano e al fatto che i preti a casa loro possono fare quello che vogliono. E per farlo, purtroppo l’hanno fatto.

A proposito di scempi, un tempo a Roma si diceva “Quod non fecerunt barbari, fecerunt Barberini” (“Ciò che non fecero i barbari, lo fecero i Barberini”). Oggi andrebbe aggiornato con “Quod non fecit Isis, fecit Vaticanus”.

Fortunatamente, nel giro di due giorni, il cartellone è stato rimosso. Speriamo che sia stato rimosso anche il funzionario Vaticano le cui larghe vedute sono entrate in conflitto con la veduta di San Pietro. Una cosa è certa: se oggi la guerra si combatte ovunque a colpi di marketing, il nostro ha già vinto.

Che c'è di Bello - Una guida sulle esperienze più interessanti, i trend da seguire e gli eventi da non perdere.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Affidamento di minori: Pas e alienazione parentale sono gli stessi concetti pseudoscientifici

next
Articolo Successivo

Giovani e politica: non serve disprezzo ma impegno

next