di Carblogger

911 GT3 RSLa corsa alla potenza è finita. E se lo dicono in Porsche c’è da credergli. La nuova 911 GT3 RS, con il 6 cilindri da 4 litri e 500 cavalli, potrebbe trasformarsi in un’auto simbolo: oltre questa non si va.

Così almeno sembra, secondo quanto ha dichiarato Andreas Preuninger, responsabile del progetto GT3 RS, alla rivista inglese Car. Il discorso dell’ingegnere della Porsche non fa una piega: per tenere in strada una sportiva da oltre 500 cavalli (si parla di potenza, non di velocità), bisogna prevedere sospensioni e telai più robusti e freni più grandi. Appesantire l’auto e ottenere l’obiettivo contrario: una vettura meno controllabile e piacevole da guidare, oltre che meno efficiente e sostenibile. Per questo le Porsche più sportive in futuro saranno più leggere ma non più potenti.

Andreas Preuninger parla soltanto per opinione personale o è questo il futuro della Porsche? Come che siasentire un manager di questo livello accennare a uno stop all’aumento insensato della potenza è già una rivoluzione. Un messaggio che forse sarebbe da girare anche alle concorrenti e a qualche (fin troppo) appassionato di metallo “pesante”.

Twitter: @Carblogger_it

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fca: altro che sprezzo. Le auto di Marchionne e di Musk si somigliano

next
Articolo Successivo

Bike sharing: il servizio pubblico che costa caro alla collettività

next