Un tempo la Scienza era questione per pochi intimi con un Qi di livello. Negli ultimi anni però gli scienziati e i ricercatori hanno sentito la necessità di comunicare l’importanza delle loro scoperte e sono diventati comunicatori. Anche social. Per avvicinare ancora di più gli altri alla fisica, alla medicina o chimica, alla biologia o all’astronomia nel 2012 nel Regno Unito è partita un’iniziativa che adesso coinvolge anche l’Italia: “Pint of Science”.

Per chi vorrebbe sapere di più di missioni spaziali o cellule staminali, per chi continua a chiedersi perché hanno dato un Nobel a chi teorizzò l’esistenza del Bosone di Higgs o a cosa serve dare la caccia alla materia oscura, chi sono e cosa fanno gli scienziati del Cern, ecco che anche nel nostro paese da oggi lunedì 18 maggio e per tre giorni sarà possibile saperlo sedendosi al tavolo di un bar per discuterne.

“A molta gente la ricerca può suonare come fantascienza: far crescere neuroni in fiasche, sviluppare nano-particelle che trasportino molecole all’interno del corpo e studiare la materia oscura ci appaiono fatti lontani dalla nostra quotidianità. Eppure le scoperte scientifiche – si legge sul sito dell’iniziativa – avvengono continuamente, portando ad affascinanti invenzioni che cambieranno il nostro futuro. Ma quanto spesso hai l’opportunità di capire davvero come queste scoperte vengono fatte e cosa significano?”

Ed è per questo che nel 2012 Michael Motskin e Praveen Paul due ricercatori all’Imperial College di Londra idearono un evento chiamato “Meet the researchers” (Incontra i ricercatori) nel quale alcuni malati di Parkinson, Alzheimer, malattia del motoneurone e sclerosi multipla potevano andare nei loro laboratori a vedere quale tipo di ricerca facessero. L’evento fu molto motivante sia per i visitatori che per i ricercatori. Ed è così che da un incontro in laboratorio si è passati a discuterne davanti a una pinta di birra. Ecco quali sono le città e gli indirizzi per partecipare agli eventi.

Eventi a Genova

Eventi a Milano e Pavia

Eventi a Siena

Eventi a Trento

Eventi a Roma

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Medicina, niente più prelievi con aghi. Dal 2016 basterà dispositivo fai da te

next
Articolo Successivo

Vaccino anticancro, “con microparticelle silicio risultati positivi sui topi”

next