Cambio di programma a La7: l’ospite serale della trasmissione “8 e 1\2” sarà Maria Elena Boschi e non più, come previsto inizialmente, Nichi Vendola. A poche ore dall’approvazione definitiva della riforma della legge elettoraleLilli Gruber intervisterà il ministro per le Riforme e non il presidente di Sinistra ecologia e libertà e governatore della Puglia.

Dopo la comunicazione del cambio di programma, protestano dall’ufficio stampa di Sel. “Contrariamente a quanto annunciato ieri dall’emittente”, scrivono in una nota, “Nichi Vendola non sarà questa sera ospite della trasmissione 8 e 1/2. Al suo posto – a quanto ci è stato comunicato – il ministro delle Riforme Boschi. Ogni commento ulteriore sarebbe superfluo”. Nel pomeriggio a Montecitorio l’Italicum ha ottenuto il via libera definitivo. In Aula c’era solo il Partito democratico: M5S, Sel, Lega Nord e Forza Italia hanno deciso di non partecipare al voto in segno di protesta. Sessanta invece sono stati i “no” dei dissidenti democratici.

Il governatore della Regione Puglia intanto ha scritto una nota per replicare al presidente del Consiglio sulla vicenda del gasdotto Tap: “Il premier ha detto che finisce una barzelletta. Contro l’approdo a Melendugno del gasdotto si era pronunciato il ministero dei Beni culturali, contro quell’approdo si era pronunciato tutto il Salento e tutta la Regione Puglia, contro quell’approdo ci sono ottime ragioni scientifiche ambientali culturali. Evidentemente per Renzi la democrazia è una barzelletta. Noi reagiremo con tutti gli strumenti politici e legali contro questa violenza nei confronti della Puglia”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Italicum, Letta: “Renzi come Berlusconi”. Ma opposizioni verso il no a voto segreto

next
Articolo Successivo

Campania, Caldoro si vanta della ‘banda larga’, ma non c’è wi-fi al palazzo della Regione

next