Nel suo “Paese delle meraviglie” in onda su La 7, Maurizio Crozza ironizza sull’assoluzione di Silvio Berlusconi e sulla differenza tra la sentenza di primo grado e quella definitiva. Il comico genovese spiega che Berlusconi è come il Marchese del Grillo, il personaggio interpretato da Alberto Sordi nel film di Monicelli del 1981. E poi Crozza si mette a cantare: “Sono libero perché la Cassazione crede a me, incredibile. La concussione non c’è più torno a far cucù, per il Paese io sono qua”. Il comico poi si chiede: “Ma come è possibile che in primo grado gli abbiano dato 7 anni? Chi erano i giudici del primo grado Veronica Lario, Marco Travaglio e Gianfranco Fini?

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Scandalo Asl Firenze, Rossi (Pd) vs Gomez: “Non rispondo a lei e a ciò che scrive sul suo giornale”

next
Articolo Successivo

Evasori, l’imprenditore con 400 auto di lusso. Gli operai: ‘Otto mesi senza salario’

next