“Questa piazza la lasceremo più pulita di altre zecche” aveva detto Matteo Salvini durante il suo comizio di piazza del Popolo. Come si siano comportate le zecche non è noto. E’ nota invece una dichiarazione dell’assessore ai Lavori pubblici e al Decoro urbano di Roma, Maurizio Pucci. “Gli adesivi della Lega e di CasaPound – spiega – continuano a imbrattare il centro storico di Roma. Dal momento che, nonostante la richiesta dei cittadini e dell’amministrazione, gli organizzatori non hanno provveduto a rimuoverli, ho disposto per domani mattina l’intervento dei Pics (il Pronto intervento centro storico) per ripristinare il decoro. Ancora una volta i cittadini romani sono costretti a pagare i costi dell’inciviltà altrui”.

Il leader del Carroccio dal palco aveva utilizzando l’argomento della “piazza pulita” polemizzando con i partecipanti della contromanifestazione “Mai con Salvini“, alla quale hanno partecipato tra l’altro movimenti antagonisti e centri sociali. “Questa piazza la lasceremo più pulita di altre zecche – aveva scandito il segretario del Carroccio –  che casomai non dicono parolacce, ma spaccano le vetrine. Noi stiamo con i poliziotti ed i carabinieri che guadagnano mille e 200 euro al mese”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Politici, gli anni della tracotanza inetta

next
Articolo Successivo

Salvini, tragedia e commedia

next