Si era recato alla Coop per la fare la spesa sotto Natale, ma guardando il banco del pesce ha notato qualcosa di insolito: in vendita c’erano astici incellophanati ancora in vita. Così Ilario Spaila, un cliente del supermercato, ha girato un video per denunciare l’accaduto. La presidente fiorentina della Lav (Lega anti vivisezione), Susanna Cavalieri, parla senza mezzi termini: “E’ un caso di maltrattamento di animali”. Mentre l’ufficio stampa della Coop Firenze fa sapere di rispettare la normativa nazionale, ma si riserva di fare una attenta verifica sull’accaduto. Nel 2012 un episodio simile riguardò un ristoratore di Campi Bisenzio (Firenze), che fu condannato a pagare 5 mila euro di multa perché teneva astici e granchi vivi in frigo, con le chele legate  di Max Brod

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Maltempo al Nord, primi fiocchi di neve a Milano

next
Articolo Successivo

Francesco, Ali Agca in Vaticano: “Devo vedere il Papa”. Fermato e espulso

next