“E’ un terremoto morale, l’inchiesta delinea un quadro imbarazzante”. Fabrizio Panecaldo, capogruppo Pd dell’assemblea comunale di Roma, commenta l’inchiesta ‘mondo di mezzo‘ sulla Capitale che ha portato all’arresto di 37 persone e oltre cento indagati accusati a vario titolo di associazione di tipo mafioso, estorsione, usura, corruzione e turbativa d’asta. Fra gli indagati anche il presidente dell’assemblea capitolina Mirko Coratti (Pd) e l’assessore alla casa Daniele Ozzimo (Pd) che si è dimesso: “Ha fatto la cosa giusta, Coratti invece farà le sue valutazioni”. “E’ una città basata sulla corruzione e le clientele – dice Riccardo Magi presidente dei Radicali e consigliere comunale -. Questo è un terremoto annunciato, quando si dice che a Roma non ci sono i soldi non è vero, si sono bruciati e si continuano a bruciare miliardi di euro”  di Annalisa Ausilio

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Costa Concordia, il video della notte del disastro. Schettino è sul ponte della nave

next
Articolo Successivo

Di Stefano, deputato Pd interrogato per quattro ore dai pm. Indagato uno dei suoi legali

next