La Guardia di Finanza di Rimini ha sequestrato beni per circa 3 milioni di euro a C.S., 45enne originario di Napoli, ex gestore del Green Bar di Riccione. Attraverso le indagini condotte dagli agenti già nei mesi scorsi, l’uomo è risultato colpevole anche di evasione fiscale per circa un milione di euro, perpetrata attraverso false dichiarazioni dei redditi. Tra i beni sequestrati all’ex gestore, già condannato con patteggiamento per tentata estorsione, ci sono quote e beni strumentali di una società immobiliare, quote e beni strumentali di una società sammarinese e disponibilità finanziarie nella Repubblica di San Marino.

A luglio, il Tribunale di Rimini aveva già sequestrato beni per un valore complessivo di circa 5 milioni di euro, tra cui quote e beni strumentali della società che si occupava della gestione del Green Bar, un appartamento, una moto di grossa cilindrata e un’automobile. L’operazione, coordinata dal Sostitituto Procuratore della Repubblica di Rimini Luca Bertuzzi, rientra nel progetto ‘Emmepi’, che prevede per l’indagato l’apertura di un procedimento penale e di un procedimento amministrativo. In questo modo lo Stato ha la possibilità di recuperare ingenti capitali custoditi dagli indagati nelle banche sammarinesi e frutto di autoriciclaggio.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Biblioteche nelle scuole? La rivoluzione parte da un carretto

prev
Articolo Successivo

Ecomondo Rimini 2014, fiera della green economy: ‘Più ambiente più occupazione’

next