È morto nella notte di domenica 2 novembre a Milano il compositore Augusto Martelli. Aveva 74 anni ed era da tempo gravemente malato. Fratello del soprano Edith Martelli e figlio del compositore e arrangiatore Giordano Bruno Martelli, era nato a Genova nel 1940 e la sua carriera lo ha visto anche direttore d’orchestra e produttore discografico. I suoi esordi sono stati alla casa discografica Ri-Fi, dove ha conosciuto Mina, di cui diventò il compagno dopo la sua separazione da Corrado Pani.

Ma la sua notorietà è legata alla nascita delle prime televisioni commerciali, visto che Martelli è stato autore di diverse sigle per programmi Mediaset negli anni ’80, tra cui Casa Vianello, Ok il prezzo è giusto! e Grand Prix. Autore anche dell’inno ufficiale del Milan, arrangiatore per lo Zecchino d’Oro e dell’inno di Forza Italia. È stato inoltre collaboratore di vari artisti italiani, tra cui Giorgio Gaber, Jovanotti, Iva Zanicchi, Ornella Vanoni.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Video Gazebo su scontri Ast, Sel: “Alfano si dimetta”. Orfini: “Il prefetto spieghi”

prev
Articolo Successivo

Brindisi, incendiata la macchina del sindaco Consales (Pd). “Ma io non mollo”

next