Finito in manette con l’accusa di abuso d’ufficio. Renzo Pini, direttore regionale del Lazio dell’Agenzia del Demanio, è stato arrestato all’alba dai Militari del Nucleo speciale di polizia valutaria della Guardia di Finanza nell’ambito di un’inchiesta condotta dalla Procura di Roma sull’affidamento di un appalto.

Oltre a Pini sono state arrestate altre 8 persone: tra loro Marcello Visca, ex componente del comitato di gestione dell’Agenzia del Demanio del Lazio, imprenditori e funzionari di banca. Per tutti è stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Corruzione, Tremonti indagato a Milano. “Prese tangente da Finmeccanica”

next
Articolo Successivo

Luigi de Magistris, il Tar blocca la sospensione. Atti alla Consulta

next