“Scuola per tutti, precarietà per nessuno”, con questo striscione oggi un migliaio di studenti ha attraversato le strade della città di Torino per protestare contro le riforme dell’istruzione e del lavoro del governo. Al termine del corteo, nel quale non si sono registrati disordini o momenti di tensione, i ragazzi hanno raggiunto il Teatro Regio che, il 17 e 18 ottobre, ospiterà il Summit europeo dei ministri del Lavoro, dove hanno dato fuoco ad alcune sagome di cartone con le facce del premier Matteo Renzi, del presidente della Bce Mario Draghi e del ministro dell’Istruzione Stefania Giannini   di Stefano Bertolino

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Manifestazioni scuola, a Milano studenti occupano Provveditorato

next
Articolo Successivo

Napoli, ragazzi disabili senza scuola: “E’ disumano, così ci rovinano il futuro”

next