Non solo il nuovo iPhone, ma anche un orologio connesso allo smartphone battezzato iWatch. Sono queste le novità da casa Apple che verranno presentate stasera alle 19 (ora italiana) al Flint Center for the Performing Arts di Cupertino lo stesso auditorium in cui 25 anni fa Steve Jobs presentò il primo modello di computer Mac. Duemilaquattrocento posti a sedere e un invito che recita “ci piacerebbe dirvi di più” ma l’attesa è parte del piacere per gli appassionati e per gli organizzatori dell’evento. Un livello di sicurezza senza precedenti, afferma il sito specializzato CultofMac, i tecnici che lavorano sul posto hanno dovuto coprire l’obiettivo delle telecamere dei loro smartphone con un filtro speciale affinché nessuna indiscrezione trapelasse prima di stasera. In quanto a segretezza la Macintosh sa come creare l’aspettativa per i numerosi fan che si interrogano su quali saranno le novità Apple.

Il modello di smartphone dovrebbe sostituire l’iPhone 5S e dovrebbe chiamarsi iPhone 6, un monitor da 4,7 pollici, cioè più ampio dei precedenti modelli più un secondo modello da 5,5 pollici che si affiancherebbe a quello più piccolo. La Apple sarebbe anche l’ultima grande azienda a realizzare un dispositivo indossabile, ribattezzato iWatch, già lanciato sul mercato dalla concorrenza e accolto in modo tiepido dal pubblico. Pronta la risposta dell’ad Tim Cook, che ha dichiarato: “Per noi è più importante fare bene qualcosa, piuttosto che essere i primi a farla”. Una strizzata d’occhio anche per quelli che hanno “accusato” la Apple di imitare le dimensioni dello schermo del Samsung Galaxy, diretto concorrente nel mercato della nuova telefonia. 

Oltre allo schermo ampliato, il nuovo iPhone potrebbe contenere un chip per la tecnologia NFC, che permettere di trasmettere in modalità wireless i dati per i pagamenti alle casse predisposte. In base alle anticipazioni, il chip funzionerà tramite un’apposita applicazione in cui saranno inseriti i dati delle carte di credito che gli utenti Apple usano per i loro acquisti sull’iTunes store o sull’App store: l’accesso all’applicazione avverrebbe tramite il lettore di impronte digitali già inserito l’anno scorso nell’iPhone 5S. Molto probabilmente oggi sarà reso disponibile anche il download di iOS8, ultima versione del sistema operativo per iPhone e iPad. 
Per la conferenza di oggi è circolata anche l’indiscrezione circa la presenza degli U2, uno dei gruppi preferiti di Steve Jobs, che si esibirebbero dal vivo per presentare il loro nuovo album. A due ore dall’happening, Wall street ha registrato un lieve rialzo per l’azienda di Cupertino. 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

iPhone 6 e la sfida dell’ecosistema Apple

prev
Articolo Successivo

iPhone 6, Plus e Watch: nuovi nati in casa Apple. “E’ tutto più grande” (foto)

next