Via libera dal ministero dello Sviluppo economico alla cessione della Ferriera di Servola, parte del gruppo siderurgico Lucchini, all’acciaieria ArvediPiero Nardi, commissario del gruppo livornese in amministrazione straordinaria, potrà stipulare l’accordo preliminare di vendita relativo allo stabilimento di Trieste. Con l’acquisto della Ferriera di Servola, Arvedi si impegnerà a sottoscrivere l’accordo sottoscritto lo scorso gennaio, che prevede la riqualificazione delle attività industriali e portuali e il recupero ambientale dell’area di crisi industriale complessa di Trieste.
Le difficoltà economiche del gruppo Lucchini hanno reso indispensabile l’ingresso del colosso Arvedi per garantire la realizzazione degli interventi di risanamento ambientale e gli investimenti necessari per il futuro produttivo e occupazionale del sito industriale triestino. Queste operazioni, sottolinea il ministero, comporteranno una spesa complessiva di 172 milioni di euro tra il 2014 e il 2016. 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fiat, “se fusione salta nessun impatto sui rapporti con Chrysler o sul debito”

next
Articolo Successivo

Fondazione Mps, Marcello Clarich nuovo presidente al posto di Antonella Mansi

next