Lo storico Arcigay di Bologna “Il Cassero” ha annunciato che non parteciperà con uno stand alla Festa nazionale dell’Unità del capoluogo emiliano. A farlo sapere è stato durante il Bologna Pride, il presidente del circolo Vincenzo Branà, che già lo scorso anno aveva preso la decisione di disertare gli spazi della festa in polemica con le timidezze del Pd in tema di diritti. La scelta di quest’anno è ancora più pesante, visto il valore nazionale della festa.

“È importante che nel dibattito dentro al Pd – ha detto Branà – la parte che tira il freno venga fuori. Ci interessa incontrarla”. Quanto alla presenza con uno stand, “non abbiamo bisogno di spazi dentro la festa sapremo conquistarci la nostra visibilità”. Per il presidente del circolo, “Renzi ci deve dimostrare la possibilità di migliorare le proposte in parlamento e di non peggiorarle. La proposta fatta da Renzi è la stessa di Bersani. Spero che la festa metta in calendario un appuntamento per fare un dibattito nel merito”.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Onda Pride 2014, Feltri e la Pascale iscritti all’Arcigay: “Ne condividono battaglie”

next
Articolo Successivo

Strage di Viareggio, dopo 5 anni soldi benefit ancora in casse della Misericordia

next