Chi vince è con un piede negli ottavi. Dopo un primo turno scintillante, il Brasile di Felipe Scolari e il Messico di Miguel Herrera scendono in campo a Fortaleza per la seconda giornata del girone A. Entrambe le formazioni guidano gruppo A con tre punti rispettivamente guadagnati contro Croazia e Camerun. La sfida vale per il primato del raggruppamento: se una delle due formazioni dovesse prevalere sull’altra, e Camerun-Croazia dovesse finire in parità, la vincente guadagnerebbe automaticamente il pass per gli ottavi come prima del gruppo.

Le formazioni ufficiali di Brasile-Messico
Brasile (4-2-3-1): Julio Cesar; Dani Alves, David Luiz, Thiago Silva, Marcelo; Paulinho, Luiz Gustavo; Ramires, Oscar, Neymar; Fred. A disp.: Jefferson, Victor, Dante, Maicon, Maxwell, Henrique, Willian, Hulk, Fernandinho, Hernanes, Bernard, Jo. Ct: Felipe Scolari.
Messico (5-3-2): Ochoa; Aguilar, Rodriguez, Marquez, Moreno, Layun; Herrera, Vazquez, Guardado; Dos Santos, Peralta. A disp.: Corona, Jimenez, Salcido, Brizuela, Pena, Pulido, Hernandez, Aquino, Fabian, Talavera, Reyes, Ponce. Ct: Herrera.
Arbitro: Cuneyt Cakir (Turchia)

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Brasile 2014, tegola sul Portogallo: mondiale finito per Fabio Coentrao

prev
Articolo Successivo

Brasile 2014, Del Bosque carica la Spagna: “Col Cile reagiremo”

next