Un cittadino italiano residente in Brasile è accusato di aver ucciso a colpi di pistola la giovane moglie e la loro bambina di tre anni.

Enrico Telese, 58 anni, secondo le prime ricostruzioni ha sparato in casa alla moglie Denise Rodriguez, 29 anni, e alla piccola Marina, 3 anni. Dopo il duplice omicidio, ha tentato di suicidarsi ed è stato ricoverato in ospedale. La polizia ha sequestrato l’arma.  

A quanto si apprende, l’uomo è originario di Santa Maria a Vico nel casertano, ma risulta residente da un anno a Crevoladossola, in Piemonte. Si è trasferito a Rio de Janeiro a gennaio, ma non aveva ancora un lavoro. All’uomo, secondo la polizia, risultano intestate circa 70 armi, tra pistole e fucili, che non sono state rinvenute nella sua casa di Jacarè, un quartiere popolare nella zona nord di Rio de Janeiro, che confina con la favela di Jacarezinho.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Venezuela: la ‘tv-manganello’ di capitan Cabello – II

next
Articolo Successivo

Yue Yuen, seconda settimana di sciopero per la fabbrica dei grandi marchi

next