Il Fatto Quotidiano, in occasione della campagna abbonamenti 2013/2014, ha deciso di assegnare contributi* finalizzati al rimborso delle spese sostenute per libri di testosupporti informatici e materiale didattico per l’anno accademico a studenti iscritti al primo anno di università che hanno fatto domanda per la borsa di studio, e che sono risultati idonei ma non beneficiari. Sono state prese in esame solo le prime 200 domande pervenute entro il 31 gennaio 2014. Ecco la lista dei vincitori: 

Sofia Antinoro
Paride Azzari
Claudia Brescia
Federico Burzio
Cristiana Assim Cacciapaglia
Nicola Caddeu
Andrea Cascella
Thomas Dal Monte
Renée Concetta Duardo
Caterina Elia
Mariarosaria Elia
Elena Fini
Marco Frongia
Deborah Gianardi
Alice Madau
Mekonen Magoga
Pier Luigi Mucciolo
Milena Risi
Federico Sansone
Elia Scarparo
Alighiera Spisso
Teresa Tropea

Nei prossimi giorni sarà online un video che sarà accompagnato da alcuni degli elaborati più belli scritti dagli studenti.

*La copertura finanziaria complessiva dei contributi erogati è calcolata secondo criteri proporzionali sul totale del ricavato di tutte le forme di abbonamento (digitale, postale, edicola e coupon), in ragione di 5 euro per gli abbonamenti semestrali e di 10 euro per gli abbonamenti annuali.

Editoriale il Fatto SpA rimborsa a ciascun vincitore le spese sostenute per un importo complessivo pari a 1500 euro.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore