Rosario Fiorello, che la scorsa settimana ha investito con lo scooter un pedone a Roma, esce dall’ospedale e torna a casa. “Tenendo conto delle condizioni cliniche in miglioramento e della richiesta del paziente di tornare in ambiente famigliare più idoneo al suo stato emotivamente provato – spiega il Policlino Gemelli di Roma in una nota – è stato deciso di effettuare una dimissione protetta a domicilio dove verrà continuato un assiduo monitoraggio clinico da parte dell’equipe di Neurochirurgia, coordinata da Giulio Maira”.

Fiorello, riferisce il Gemelli, “in data odierna è stato sottoposto a esami diagnostici, che hanno evidenziato il fisiologico riassorbimento della lesione emorragica post traumatica e la naturale evoluzione dell’ematoma del muscolo trapezio destro. Per quanto concerne la ferita lacero contusa frontale destra, verrà medicata giornalmente fino alla rimozione dei punti di sutura, che non avverrà prima di 7 giorni”.

Fiorello, lo scorso 3 marzo, ha investito in via della Camilluccia all’altezza del civico 647 a Roma un anziano di 73 anni. Sulle condizioni di salute del pedone, che al momento dell’incidente non era in pericolo di vita, nei giorni scorsi non sono più state diramate notizie.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Napoli, l’emergenza case e ‘La Grande Bellezza’ di Scampia

prev
Articolo Successivo

Salerno, spara a due donne poi si suicida. Grave l’ex compagna

next