Marco Travaglio si esprime nuovamente sulle larghe intese e sulla figura di Napolitano: “Ho letto i diari di Padoa Schioppa nei quali racconta come Napolitano gli mettesse continuamente i bastoni tra le ruote. Napolitano era il candidato di Berlusconi e lui impone le larghe intese già dai tempi di Achille Occhetto. Quando Napolitano è stato rieletto – non è vero che non voleva essere rieletto – i giornali si sono inventati un’emergenza che non esisteva. È quasi sempre successo che i Presidenti dopo 4 scrutini non venissero eletti. Napolitano poteva rifiutare. Brunetta e Berlusconi” – continua – “applaudivano quando Napolitano è stato rieletto, definendo il suo discorso “meraviglioso”, salvo rivoltarsi al momento della mancata grazia. Lo hanno rieletto loro. Berlusconi si aspettava il salvacondotto”. E osserva: “Le larghe intese a furia di stringersi e di chiudersi producono l’opposizione in piazza. E più si va avanti più le cose si complicano, perché con il passare del tempo i violenti sono meno controllabili”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Servizio Pubblico, Sorgi difende Napolitano: “E’ contro i partiti inconcludenti”

next
Articolo Successivo

Servizio Pubblico, Sorgi: “La rielezione di Napolitano non è stato un golpe di Napolitano stesso”

next