Dopo il tweet di Matteo Renzi favorevole a bloccare il tesseramento al partito e sul quale il Pd non ha ancora preso una decisione, come confermato questo mattina da Guglielmo Epifani in conferenza stampa, interviene anche Pippo Civati: “Se Cuperlo e Renzi avessero detto le stesse cose che ripeto da settimane forse avremmo meno tessere e meno pasticci. Un partito serio attraverso la sua Commissione di garanzia (presieduta da Luigi Berlinguer, ndr) deve trovare una misura. Che non è bloccare i congressi perché così si fa vincere chi ha taroccato le tessere“. E poi la proposta: “Blocchiamo i posti dove le tessere sono state fatte male che secondo me sono più di otto, dopodiché andiamo a fare i congressi invitando tutti a non fare stronzate e da ultimo, alle primarie vincerà chi avrà più voti e anche lì spero di non vedere cose spiacevoli come centoventi albanesi tesserati ad Asti per far vincere il candidato di Renzi o Cuperlo”  di Manolo Lanaro

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Pd, Epifani: “Scandalo delle tessere gonfiate? Pochi casi, verificheremo”

prev
Articolo Successivo

Decadenza Berlusconi, Grasso: “Voto da non annullare”. Pdl all’attacco

next