L’incidente è avvenuto all’alba di lunedì 30 luglio, intorno alle 4 del mattino. A perdere la vita S.R., un uomo di trentasei anni, deceduto mentre lavorava in un officina di Bentivoglio, all’interno di una ditta specializzata in lavorazioni meccaniche. La vittima, nata a Narail (Bangladesh) ma residente a Bologna con il figlio, è stata trovata riversa a terra nei pressi della postazione di lavoro. Secondo i primi accertamenti svolti dai Carabinieri del luogo e dal personale dell’Area di Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro, l’uomo, per cause da verificare in sede di esame autoptico, sarebbe caduto da una pedana, da un altezza di pochi centimetri dal pavimento. I Sanitari del 118 hanno constatato il decesso, verosimilmente sopraggiunto a causa di un trauma cranico frontale sinistro e un trauma cranico occipitale. 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Parma, indagata la comandante dei vigili: “Al lavoro con l’auto blu”

prev
Articolo Successivo

Terremoto, Mirandola: le case temporanee per gli sfollati infestate dai topi

next