Santoro apre la nuova puntata di Servizio Pubblico con un’inevitabile disamina della situazione stagnante in cui versa il Paese, in riferimento all’elezione del Presidente della Repubblica. E lancia una pesante stoccata al Pd: “C’è una nave, dove tutti gridano ‘si salvi chi può’. Ma in questa nave non c’è Enrico Berlinguer, ma neanche una figura che abbia l’autorevolezza del suo segretario particolare. Quindi, è inutile coltivare la nostalgia. Il PCI è morto, e non è mai nato un partito democratico come negli USA”. E continua, rincarando la dose su Pierluigi Bersani: “Nel nuovo contenitore sono confluiti pezzi di naufragi di vecchi partiti e marinai che non hanno l’agilità del giaguaro, ma assomigliano al gattopardo”. Nel finale, il timoniere di “Servizio Pubblico” applaude Grillo: “Il leader del Movimento 5 Stelle fa la figura dello statista perchè finalmente decide di sposare un nome inoppugnabile che può essere condiviso anche dal centrosinistra, come Rodotà”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Servizio Pubblico, Bertinotti: “Date l’incarico al M5S”

prev
Articolo Successivo

Servizio Pubblico, contestazioni contro il Pd: “Vergogna, ci avete tradito”

next