È Milena Gabanelli il candidato del Movimento 5 Stelle, selezionato al termine dei due turni di «quirinarie» online. Il risultato è stato annunciato su `La Cosa´. 

L’ideatrice e conduttrice di Report, il programma di maggior pregio della Rai, ha battuto nomi del calibro di Gino Strada, terzo Stefano Rodotà. Dietro a loro Gustavo ZagrebelskyFerdinando ImposimatoEmma Bonino e Gian Carlo Caselli. Infine Romano Prodi e Dario Fo.

”Quando pensano che tu sia all’altezza di un compito così grande si può solo essere onorati, perchè è altamente gratificante”, ha commentato la giornalista all’Ansa e ha aggiunto di essere “assolutamente commossa e anche sopravvalutata”.

Originaria di Nibbiano, in provincia di Piacenza, la Gabanelli si è laureata al Dams di Bologna con tesi in storia del cinema. Dai primi anni ottanta viene assunta in Rai e realizza programmi di attualità per la terza rete. Nei primi anni novanta introduce uno degli elementi più innovativi del giornalismo d’inchiesta, la videoinchiesta. Armata di videocamera, affronta in solitaria tutte quelle inchieste che poi confluiranno nella felice stagione di Report, nata nel 1997, grazie a Giovanni Minoli.

 

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Manager disoccupati, un sito web per trovare aziende in cerca di consulenti

prev
Articolo Successivo

Berlusconi ricorda le parole di Barilla: “In politica te ne faranno di tutti i colori”

next