Risarcimento danni per il procuratore aggiunto di Milano Ilda Boccassini per quattro articoli, ritenuti diffamatori nei suoi confronti, scritti da Renato Farina, ex parlamentare Pdl, e pubblicati da ‘Il Giornale’ nel febbraio-marzo 1999. Lo ha stabilito la Cassazione, confermando una sentenza della Corte d’appello di Brescia: Farina, assieme alla società europea di Edizioni spa e all’allora direttore Mario Cervi, era stato condannato a risarcire il pubblico ministero con 130mila euro. 

Gli articoli in questione riguardavano l’arresto e il processo a un uomo e una donna originariamente sospettati di aver tentato di introdurre nel territorio italiano due minori da impiegare in attività illecite. La III sezione civile della Suprema Corte ha confermato le pronunce dei giudici del merito: “Lungi dall’aver confuso diritto di critica e di cronaca – si legge nella sentenza depositata oggi – la Corte d’appello ha invece ritenuto che i quattro articoli di cui è causa contenessero circostanze false e gravemente denigratorie, nonché l’uso di termini gravemente offensivi. Ed è ovvio che, benché la critica sia diversa concettualmente dalla cronaca, non per questo può essere sviluppata sulla base di circostanze non vere, mediante una volutamente falsa rappresentazione della realtà presupposta”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Corruzione, Maldini assolto: “E’ stato un processo assurdo”

prev
Articolo Successivo

Olof Palme, un caso ancora aperto

next