“Il voto al Movimento 5 Stelle non è un voto di protesta, ma un voto di proposta“. E’ il commento polemico che fa Giancarlo Cancelleri, consigliere regionale del M5S in Sicilia, durante lo Speciale Elezioni 2013 del TgLa7. “Io direi che dovreste cominciare a dire che è un voto basato su un programma ben preciso e non che è figlio di una protesta” – continua, rivolgendosi al conduttore Enrico Mentana e agli ospiti in studio, tra i quali spicca Gad Lerner. Mentana replica dando ragione al politico e aggiunge: “Quasi tutti i commentatori del mondo dell’informazione non votano, nè conoscono il Movimento 5 Stelle. E’ una cosa che mi renderà sommamente impopolare tra i miei colleghi, ma l’informazione italiana è fatta quasi tutta da persone che votano centrodestra, centrosinistra o centro”. Il direttore del Tgla7 azzarda, infine, un parallelismo tra il Movimento 5 Stelle e la Lega Nord

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Caos elezioni politiche, segui la diretta streaming del Fatto Tv

next
Articolo Successivo

M5S, Cancelleri VS Mentana: “Stanchi di essere definiti ‘movimento di protesta’”

next