“Un blitz? Se non fosse ridicolo sarebbe tragico”. Pier Ferdinando Casini, leader Udc, commenta l’ira del Pd per la rottura sulla legge elettorale. “E’ lunare – afferma a margine di un convegno a Roma – si è discusso per 4 o 5 mesi, proprio con il Pd, dell’ipotesi di un premio di maggioranza al partito di maggioranza relativa e di un tetto, che la Corte Costituzionale ha chiesto. Il problema – continua – ora è quello che si vuole: il 55% dei seggi con il 30%? Chi lo vuole alzi la mano: io no”. “Leggo sui giornali – prosegue Casini – di organigrammi e caselle che qualcuno ipotizza. A me non interessano posti e organigrammi. Gli altri pensino a se, a me ci penso io: nessuno mi compra con i posti, non sono stato interessato in passato e non lo sarò in futuro. A me – conclude – non importa nulla di giochini e caselle: questo va su, l’altro va giù”  di Manolo Lanaro

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Vox pop più sondaggio: e se vince Renzi?

prev
Articolo Successivo

Elezioni Usa, Monti si congratula con Obama. Quattro anni fa la gaffe di B.

next