“Per risanare la finanza pubblica è indispensabile coinvolgere le istituzioni territoriali”. Lo scrive in un messaggio all’Associazione Nazionale Comuni Italiani il presidente Giorgio Napolitano.

A questo fine, ha sottolineato il capo dello Stato, “il riordino delle province, l’istituzione delle città metropolitane e la previsione dell’esercizio associato di funzioni da parte dei piccoli comuni” costituiscono un già maturo concreto rinnovamento del sistema istituzionale locale volto a favorire un uso più razionale delle risorse umane e finanziarie, un migliore coordinamento e una maggiore efficienza dell’attività amministrativa svolta ai diversi livelli istituzionali.

Napolitano si è rivolto al Presidente dell’Anci Graziano Delrio all’assemblea che si svolge a Bologna, “a significativa testimonianza della vicinanza e solidarietà di tutte le realtà locali alle popolazioni colpite dal sisma dello scorso maggio”, con la consapevolezza che l’impegno richiesto è “certamente complesso, essendo indispensabile promuovere percorsi virtuosi di collaborazione del sistema delle autonomie con il mondo produttivo e le componenti della società civile in modo da non far mancare il necessario sostegno ai giovani, alle categorie più deboli e alle imprese in difficoltà”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Cerchia d’affari (alla faccia di Batman)

prev
Articolo Successivo

D’Alema: “Con Bersani non mi candido. Ma se vince Renzi sarà scontro politico”

next