Le notizie che riprendono i ‘suicidi per la crisi’ comparsi nella stampa online nei primi sei mesi del 2012 sono più di 120.  Il Fatto Quotidiano le ha tracciate attraverso Google News e raccolte sottoforma di due visualizzazioni interattive: una mappa e una timeline. La mappa aggrega le notizie sul territorio italiano, riportando data, luogo, vicenda e fonte. Dalla mappa emerge una particolare presenza di notizie provenienti dal Nord-Est, a testimoniare l’impatto della crisi su uno dei maggiori distretti imprenditoriali del Paese. 

Le stesse storie possono essere rappresentate in una timeline. La linea del tempo ripropone sequenzialmente le storie, in un itinerario sul filo rosso che lega le tragedie sul territorio nazionale. In ogni scheda, sotto la mappa a sinistra, appare la fonte originale della notizia.

Per chi intenda approfondire, rilasciamo lo spreadsheet su cui si basano le visualizzazioni. Per realizzarla ci siamo basati sul bollettino compilato da Giornale Armonia, in una versione estesa e raffinata attraverso il software Google Refine. Analogamente alla mappa delle carceri italiane, dalle visualizzazioni emergono storie di “senza voce”, la cui narrazione – contestualizzando il fenomeno ed evitando eccessi melodrammatici – rimane per noi necessaria.

@jackottaviani

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Crisi e suicidi in Italia: disoccupati, esodati e imprenditori i più a rischio

next
Articolo Successivo

Besana Brianza, il sindaco? Abita a Massagno, in Svizzera

next