Aveva scelto di mascherarsi da ‘Bane‘ il killer della strage di Denver il supercattivo dell’ultimo capitolo della saga di Batman. Noto in Italia anche col nome ‘Flagello’, è un personaggio dei fumetti DC Comics creato da Chuck Dixon e Doug Moench (testi) e Graham Nolan (disegni). E’ uno degli arcinemici di Batman comparsi più di recente.

Si è classificato al trentaquattresimo posto nella classifica dei più grandi cattivi nella storia dei fumetti. Dotato di una forza sovrumana dallo steroide “Venom” che gli viene iniettato nel corpo tramite dei cavi direttamente collegati con le sue vene, Bane ha una muscolatura incredibilmente possente ed è solito tenere il proprio volto coperto da una maschera simile a quella dei luchadores messicani. Bane è dotato di una grande intelligenza ed è un esperto di strategia e tattica militare, nonché di svariate tecniche di combattimento. La sua intelligenza è stata più volte elogiata nel fumetto, persino dallo stesso Batman.

E’ riuscito a scoprire l’identità di Batman dopo un solo anno di indagini. Dispone di un’abilità di simulatore e truffatore ed è un leader dotato tanto da riuscire a dirigere migliaia di uomini anche rimanendo dietro le quinte. Sebbene Bane preferisca combattere a mani nude, negli anni ha fatto uso non poche volte di diverse armi da fuoco di grosso calibro e vari tipi di esplosivi.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Strage a Denver, killer spara al cinema: 12 morti, anche alcuni bambini

prev
Articolo Successivo

Strage di Denver: in Colorado armi libere, non servono licenze né registrazioni

next