Una splendida villa da 13 locali, immersa nella macchia mediterranea e affacciata sul mare della Costa Smeralda. Ilfattoquotidiano.it pubblica le immagini della dimora per la quale, secondo il Corriere della Sera, il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni avrebbe sborsato un milione e 100 mila euro, pari a dieci anni abbondanti del suo reddito dichiarato. Secondo il Corriere, Formigoni avrebbe versato la somma, nella primavera del 2011, al suo amico e convivente – nella comunità Memores Domini – Alberto Perego. Che a sua volta, a ottobre, ci avrebbe aggiunto un mutuo da un milione e mezzo e a ottobre avrebbe rogitato la villa, diventandone l’unico proprietario. Acquistandola, sempre secondo il Corriere, da una società riconducibile a Pierangelo Daccò, l’intermediario tra aziende sanitarie private e Regione Lombardia finito in carcere per gli scandali San Raffaele e Maugeri. La compravendita e il ruolo di Formigoni emergono dall’inchiesta coordinata dalla Procura della Repubblica di Milano, che ora avrebbe disposto accertamenti sulla congruità del prezzo pagato, per verificare che non si tratti di una possibile tangente mascherata. 

Villa Li Grazii si trova in località Monti Tundi, sul campo da golf del Pevero club, a cinque chilometri da Porto Cervo, ma in un’area le cui quotazioni immobiliari sono persino più elevate rispetto “capitale” della Costa Smeralda. A pochi chilometri di distanza si trova la villa Rocky Ram di Carlo De Benedetti, venduta per oltre cento milioni di euro. In questi giorni la dimora di Perego appare chiusa e non c’è ombra di personale.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

“Da Formigoni un milione di euro per l’acquisto di una villa di Daccò”

prev
Articolo Successivo

Vaticano. Padre Lombardi: “Nessun nuovo indagato”. Il corvo collaborerà

next