Il Corriere della Sera di ieri ha dedicato un’ampia analisi al salvataggio della Fonsai dei Ligresti organizzata da Mediobanca e Unicredit. L’articolo ha una sua tesi di fondo. L’operazione, che porta Fonsai nelle braccia di Unipol e 70 milioni nelle tasche dei Ligresti, sarà anche una porcata, ma è il male minore rispetto alla liquidazione del gruppo o al suo passaggio in mani straniere.

L’acuto articolista afferma tra l’altro che i diritti degli assicurati e dei creditori di Fonsai sono “di gran lunga più importanti di quelli degli azionisti, specie di quelli che hanno scelto il rischio Ligresti”. Come dire: se un investitore si è messo in società con quel finanziere poco affidabile peggio per lui, poteva rivolgersi altrove. Tesi ardita. Seguendo la stessa logica anche gli assicurati potevano assicurarsi altrove. E che dire dei creditori, tra cui istituti come Medio-banca, socio principale del Corriere? Anche loro hanno corso “il rischio Ligresti”.

Solo che i banchieri, a differenza dei risparmiatori, possono tutelare i loro interessi con operazioni che danneggiano gli altri soci.

Il Fatto Quotidiano, 21 Gennaio 2012

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Dr Jekyll e Mr Hyde (Deboli e forti)

next
Articolo Successivo

La nebbia sulla miseria
(e il lusso degli altri)

next