“Dall’indignazione all’azione”. E’ questo uno degli slogan del movimento  protagonista di una serie di occupazioni a scopo abitativo nelle principali città della Spagna. Questo tipo di organizzazioni stanno riscuotendo sempre più consenso popolare perché la crisi ha portato a un’ondata di pignoramenti e sfratti senza precedenti.  Ad essere presi di mira sono gli edifici rimasti sfitti proprietà dell’amministrazione pubblica, delle banche e delle finanziarie che si basano sulle speculazioni edilizie. di Cristina Artoni e Giulio Maria Piantadosi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Milano, l’omaggio a Giorgio Bocca

next
Articolo Successivo

Sprechi all’agenzia del territorio, Monti risponde sulle “uova di struzzo”

next