Sono arrivati in una quindicina a Bologna nel pomeriggio. Per incontrare Vasco Rossi hanno anche abbandonato il presidio che da settimane stanno portando avanti ai cancelli della loro fabbrica. I 130 lavoratori della Ims di Caronno Pertusella nel varesotto fino a qualche mese fa producevano cd e dvd, anche quelli del Blasco. Ne stampavano e distribuivano milioni ogni anno. Poi da ottobre, oscure manovre finanziarie hanno portato l’azienda, che avrebbe ancora mercato e commesse, sull’orlo del fallimento.

Dopo avere interpellato i più importanti cantautori italiani, dopo aver avuto un incontro con Francesco Guccini e perfino una fugace stretta di mano conPaul McCartney ora i lavoratori sono stati invitati nel capoluogo emiliano dal rocker di Zocca, che già su Facebook aveva risposto agli appelli dei lavoratori della fabbrica di dischi. Intanto la situazione per l’azienda una volta fabbrica della Emi e ora in mano a un curatore fallimentare, sembra risolversi: un interessamento ci sarebbe infatti già stato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili

VASCO MONDIALE

di Michele Monina e Vasco Rossi 14€ Acquista
Articolo Precedente

Anita Ekberg alla Fondazione Fellini: “Sono rimasta sola e senza soldi, aiutatemi”

next
Articolo Successivo

Barricata bipartisan contro i tagli alla casta. A favore solo il Movimento 5 stelle

next